10 Strategie per Eliminare un Concorrente Più Grande

10 strategie per eliminare un concorrente

Con una vita da freelance e un piccolo studio alle spalle, ho accumulato abbastanza esperienza negli anni per capire dove e come si possa riuscire ad eliminare un concorrente più grande di te, in quasi ogni terreno di gioco. Ci sono regole che funzionano sempre, ed altre che vanno adattate alla situazione in cui ti trovi, ma resta il fatto che essere piccoli ha indubbiamente i suoi vantaggi. Mentre il tuo grande competitor può sicuramente contare su una potenza di fuoco superiore alla tua, dalla tua hai sempre qualche qualità che a lui manca e, a mio giudizio, risulta più efficace. Queste regole possono essere applicate in qualsiasi settore: retail, consumer, professional e business. Quindi sia che il tuo avversario sia il famoso ristorante dietro l'angolo, o la grande catena di negozi, questi 10 consigli basati su strategie di Internet Marketing (e non solo), ti torneranno utili e se applicate come si deve, potrai eliminare un concorrente dopo l'altro.

Scrivi contenuti originali con una strategia SEO

market samurai

Il SEO è morto (e ne sentirete di più nel mio prossimo libro), ma ignorare il SEO è da idioti. Quello che devi fare è usare le best practice del SEO, scrivere cose utili per i tuoi lettori e farlo seguendo una precisa strategia. Non puoi pensare alle tue parole chiave quando è il momento di creare un articolo per il tuo blog, devi farlo prima. La stesura del contenuto è l'ultimo e meno impegnativo di una serie di passi che devi eseguire molto prima. Le grandi aziende non hanno questa lungimiranza, oppure non hanno persone preparate per farlo. Quelle saprebbero come scrivere un contenuto di successo spesso sono quotidianamente impegnate in altri compiti, trascurando la cura del blog e lavorando sempre oggi per ieri. Usa strumenti intelligenti come Market Samurai e lascia indietro di decine di posizioni il tuo concorrente più lento.

Avvia campagne Pay Per Click intelligenti

Facebook Advertising

Inutile dirlo ma se vuoi traffico sulle tue pagine, devi pagarlo. Non pensare di lavorare solo sul posizionamento, rischi di prenderti una delusione cocente o di aspettare troppo prima di vedere qualche risultato apprezzabile. Piuttosto lavora sulle keywords migliori che puoi trovare, e buttaci dentro del budget. Quali sono le parole chiave su cui scommettere? Semplice: trova il giusto equilibrio fra traffico generato da ogni parola chiave e la competizione. Evita le parole chiave più banali e scontate, concentrati su quelle che ti portano meno visitatori ma più targettizzati. Anche qui Market Samurai ti torna utile, ma puoi provare anche altri validi strumenti come Bleu App per fare campagne di successo e altamente mirate su Facebook. Il tuo competitor più grande, di solito pecca di self-confidence e se la gioca sul brand piuttosto che sul prodotto o il risultato e, come ho già detto prima, di solito è carente in know-how o risorse. Battilo subito e vedrai come in poche settimane potrai decuplicare i tuoi LIKE o crearti una lista di contatti che converte.

Creati una tua personalità sui Social Media

Se vuoi eliminare un concorrente, devi giocartela bene sui tuoi profili social. Questa cosa, la grande azienda, non potrà mai farla a meno che non abbia un Amministratore Delegato o un responsabile carismatico, in cui tutti si identificano o in cui il prodotto si incarna (pensa a Jeff Bezos di Amazon o quelle che era Steve Jobs per Apple). Non preoccuparti, personaggi di questo tipo si contano sulla punta delle dita e, a meno che tu non voglia competere proprio contro Amazon, non avrai di che preoccuparti. Il tuo competitor non potrà mai avere un'identità ben definita come la tua. Ha delle regole o un savoir faire che eredita dal passato, dal suo status o dalle politiche aziendali che si è imposto. Di solito questi dinosauri usano i social solo per vendere, vendere e vendere. Tu puoi usarli per dare consigli, criticare un prodotto, scoraggiare l'uso di un servizio, offrire soluzioni gratuite, parlare di te. Raccontati sempre in prima persona, e dai del tu. I tuoi competitor invece useranno sempre il noi, e parleranno a tutti. Tranne che a te.

Analizza le tue statistiche

Se vuoi eliminare un concorrente ben strutturato, inizia dai numeri. Ben pochi lo fanno, eppure avresti così tante risposte già scritte, proprio sotto il naso. Dalle statistiche capisci cosa vogliono i tuoi lettori, cosa cercano, cosa non hanno trovato e cosa apprezzano di più. Oltre a queste, alquanto ovvie considerazioni, dovresti sempre concentrarti sulla lead generation (catturare contatti) e per farlo bene, devi scrupolosamente analizzare le tue statistiche fino in fondo, leggendo soprattutto i dati del traffico in arrivo e confrontarlo con le tue singole azioni. Inizia dai post che hai fatto sui social network e vedi, per ognuno, quali risultati hanno portato in termini di visite e conversioni. Ci vuole più a dirlo che a farlo. Le grandi aziende difficilmente hanno questa sensibilità, guardano solo ai numeri del primo strato del report: visite, pagine, tempo di permanenza e rimbalzi (quando si ricordano cosa sono). Invece di sfruttare al meglio questo strumento, lo usano più che altro giustificarsi. Non fare lo stesso errore.

Sfrutta la tua agilità

Un dinosauro è potente ma lento. Tu sei sicuramente meno forte ma molto più agile. Sfrutta questa qualità per realizzare operazioni di marketing al volo, non appena hai un'illuminazione, magari proprio dopo l'analisi delle statistiche. Fai degli A/B test, crea e sottoponi dei sondaggi ai lettori, organizza contest, oppure inizia semplicemente a pubblicare contenuti riguardanti quell'argomento, che tanto è piaciuto ai tuoi lettori. Per tutte queste cose ci vogliono veramente poche ore, a volte è solo questione di minuti. Mentre l'impiegato che lavora dal tuo competitor sta ancora cercando di far approvare l'immagine della pagina Facebook dal superiore, tu avrai già sondato il terreno, messo online un contenuto e catturato i primi consensi. Questa è forse la cosa su cui devi puntare di più se vuoi eliminare un concorrente: l'azione!

Colma le tue lacune e rafforza i tuoi punti deboli

odesk

Sarai anche veloce a prendere decisioni ed entrare in azione, ma chi è più grande di te può contare su risorse, umane e materiali, ben più consistenti delle tue. Prima di tutto quindi, sii onesto con te stesso, analizza i tuoi punti deboli e le tue lacune, ma non fermarti a piangerci sopra: agisci. Hai bisogno di un bravo grafico? Cercalo subito. Non sei pronto nell'analisi delle keywords? Acquista il software migliore che puoi permetterti. L'importante è che tu abbia ben chiari i tuoi limiti e che ti impegni a superarli. Se il tuo competitor facesse la stessa analisi, impiegherebbe settimane se non mesi a trovare una soluzione, perché prima di affidarsi in outsourcing a qualcuno vorrebbe fare colloqui, chiedere preventivi e poi fare un ulteriore sforzo per fidarsi. Tu invece hai solo bisogno di trovare un freelance in Uk, USA, Russia o India che sappia programmarti quella form proprio come serve a te nel sito e-commerce del tuo cliente. Usa odesk.com ed impara a lavorare in team con tutto il mondo.

Investi tempo per imparare nuove cose

Focus@Will

Ogni dipendente di Google ha circa il 25% del suo tempo libero da impegni e compiti assegnati dai colleghi, per riflettere, valutare, formasi e trovare nuove idee da sottoporre. Tutto questo viene fatto in proprio. Fallo anche tu. Mentre in azienda sono tutti impegnati a fare bella figura con il capo o a raggiungere gli obiettivi di fine mese, augurandosi che la giornata finisca presto, tu dovrai investire parte del tuo tempo per formarti in quello che ti piace di più per diventare un esperto sull'argomento. Acquista e-book e corsi online, esercitati con il software che hai installato, fai delle bozze di nuove progetti o sviluppa le idee che ti sono venute mentre correvi, portavi a spasso tua figlia o guidavi. Io ho trovato un paio di modi molto interessanti di lavorare, uso focus@will (è gratis e scriverò presto una recensione più dettagliata) per concentrarmi meglio in ogni attività (anche ora che sto scrivendo questo post lo sto usando!) e poi ho montato sul muro una grande, grandissima lavagna bianca, una di quelle che puoi usare con i pennarelli colorati cancellabili. Quando sono in studio mi metto l'iPhone in tasca con focus@will attivo e le cuffie, poi davanti alla lavagna scrivo e schematizzo le mie idee migliori. Infine faccio una foto e la archivio nel mio gestionale o in Evernote. Il know-how è la fondamentale se vuoi eliminare un concorrente scomodo.

Eliminare un Concorrente con le Alleanze

Nel marketing (specialmente online) 1+1 = 3 se gli addendi sono di qualità. Trovati uno o più partner d'eccellenza o che possano colmare le tue lacune, e tu di rimando, possa colmare le loro. Le aziende sono molto gelose dei loro processi e spesso lavorano a compartimenti stagni, per non parlare delle personalità che si sentono spesso scavalcate o hanno paura di esser messe in ombra. Se anche tu hai questo problema, lo devi proprio superare. A me è capitato di fare marcia indietro in alcuni settori della mia attività proprio perché avevo trovato chi ne sapeva più di me, e mi sono fatto aiutare. Anzi, abbiamo perseguito un obiettivo comune insieme ed acquisito nuovi clienti, dove ognuno apporta il proprio contributo e viene retribuito in giusta misura. Da soli non ce l'avremmo mai fatta, insieme siamo una squadra efficiente e con l'identità di ognuno come valore aggiunto.

Investi nella tecnologia

Non si tratta di avere un iPad, ma di avere un iPad e saperlo usare come uno strumento di lavoro, non come un gadget molto cool. iPad a parte, qui si tratta di scegliere gli strumenti giusti per lavorare, e devi sfruttarli al 110%. Ti do 3 consigli che reputo fondamentali. 1. Sia che tu lavori da solo o con qualcuno, scrivi ed annota tutto, dagli incontri con gli altri alle riunioni con i colleghi. Si tratta di sapere sempre cosa si è detto, chi l'ha detto e quando l'ha detto. Nel momento in cui dovrai buttar giù un progetto, saprai dove andare a prendere le informazioni, senza sforzare troppo la memoria o rischiare di sbagliarti. Puoi provare Evernote. 2. Devi dotarti di un project manager, sia che lavori da solo o in team. Ogni progetto ha sempre queste caratteristiche: è composto da fasi, step o milestones (chiamali come vuoi), ogni fase ha una scadenza, e quasi sicuramente per lavorare hai dei file o dei dati da utilizzare. Un project management system ti aggrega tutte queste informazioni in un unico luogo e permette a tutti di accedervi senza andare ogni volta a ricercare le informazioni su dropbox, nella mail o chi sa dove. Ce ne sono così tanti che non saprei cosa consigliarti. Fai qualche ricerca... in questo post ti suggerisco Wunderlist. 3. Lavora in mobilità. Devi essere in grado di sapere in ogni momento, ovunque ti trovi, in che situazione ti trovi, se i tuoi collaboratori stanno andando nella giusta direzione, se il tuo grafico ti ha mandato i bozzetti, se i cliente ha confermato l'appuntamento... Il tuo gigantesco competitor invece difficilmente sarà così attrezzato e sai perché? Perché ha una struttura imposta dal proprio ufficio IT che non gli permette di aggiornarsi o usare gli strumenti più evoluti. I dipendenti non possono scegliere dove archiviare i file, come condividere le informazioni, quale tablet usare o quali piattaforme a pagamento attivare. Semplicemente non possono, credimi. Il risultato spesso è che ognuno va per conto suo mentre i responsabili di progetto si ostinano ad urlare ordini al telefono o mandare email che finiscono nel fiume interminabile di comunicazioni che inonda ogni collaboratore quotidianamente, e di cui si ricorderà quando sarà troppo tardi. Non parlo di qualità delle informazioni, ma di come gestirle.

Il tuo prodotto (o servizio) deve essere il migliore

Inutile dirlo, puoi sollevare tutto il fumo che vuoi, ma la sostanza prima o poi devi dimostrare di averla. Ci sono anche qui 3 punti fondamentali: sii onesto con i tuoi clienti, lavora solo con le persone migliori, offri il miglio servizio di assistenza clienti. Se sei un dipendente con obiettivi che ti vengono imposti dall'alto ogni mese, farai di tutto per raggiungerli, quindi non sarai mai 100% onesto. Tu invece sii chiaro su quello che puoi e non puoi offrire, verrai apprezzato molto di più dal tuo cliente senza rischiare di deluderlo, e perderlo, in seguito. Il tuo competitor ha tante risorse su cui può fare affidamento, ma spesso mette insieme persone che fra loro non si conoscono, lavorano in modi diversi o peggio, non si sopportano. Tu puoi permetterti il lusso di lavorare solo con i migliori e solo con chi vuoi tu, approfittane. Il famoso detto "tutti sono utili, nessuno è indispensabile" è una grande stronz%£$ inventata dai manager per giustificare le proprie scelte e la propria coscienza quando devono segare qualcuno. A me piace più il detto "lavora con il meglio, e non te ne pentirai". Infine il customer care. Ci vuole poco: una FAQ, un ticket system o un numero verde. Ti consiglio ZenDesk.com ma ce ne sono veramente tanti in Rete... L'importante è che poi ci sia qualcuno che risponde ai clienti :)

Concludendo. Questo post, quando ho iniziato a scriverlo, doveva essere lungo meno della metà ma è stato così divertente che non ho resistito, e non mi sono più fermato. Credimi, avrei potuto dire molto altro, rischiando però di diventare noioso. Ci sono tanti strumenti e tante idee da sfruttare la fuori, datti da fare perché il tuo competitor anche se più grande non è detto che abbia la tua stessa energia o le tue stesse capacità. Se vuoi eliminare un concorrente scomodo, più grande di te, più strutturato e con più risorse, puoi farlo, ma devi darti da fare subito.

Ti lascio con questa simpatica massima: in Rete le dimensioni non contano.