Chi diavolo è Kotler?

Quando ancora mi toccava studiare all’università, avevo questo tomo dal peso non indifferente e piuttosto scomodo da portarsi dietro, sulla copertina gli autori americani campeggiavano con corpo 18, allineato al centro: KOTLER - SCOTT.

Quello che sembrava essere un volume insormontabile, man mano che lo leggevo, si rivelava una vera sorpresa. Finalmente capivo il perché di tante cose che subivo quotidianamente dai media e del perché Apple era già allora così cool (nonostante fossi un Windows user - ma questa è un’altra storia).

L’esame dovevo darlo, fondamentale e con una nuova professoressa venuta da Milano per farci sudare sangue per superarlo. Quando spiegava a lezione erano molte le citazioni che riportava di Kotler e io non potevo che prendere tutti gli appunti che potessi per poi rileggerli il pomeriggio, mentre sfogliavo le pagine e disegnavo improbabili schemi sui gusti dei consumatori. Inutile dire che è stato l’esame dove, più di ogni altro, il peso dell’autore si è fatto sentire.

È stato allora che ho capito che economia non faceva proprio per me, che di redigere bilanci e analisi patrimoniali proprio non era nelle mie corde e che, vista la mia passione per grafica, il copywriting e tutto quello che si stava sviluppano in rete in quegli anni, l’istinto mi sussurrava (neanche tanto dolcemente) di orientarmi verso qualcosa di più evoluto e creativo.

Dopo quasi 20 anni finalmente potrò conoscere Philip Kotler, e lo farò a Milano il 15 maggio.

Io ci vado, come Valerio Fioretti (ex studente), come valerio.it, come blogger, come autore, e come tutto quello che ne segue, perché a Kotler… se lo prendo… devo dirgli un paio di cose, una su tutte: GRAZIE!

Lo staff mi ha invitato a bloggare sull'evento e io in cambio ho chiesto il 10% di sconto per tutti i miei lettori. Ho rinunciato a qualsiasi commissione di affiliazione.
Conta di più esserci che guadagnarci.

Se vuoi lo sconto del 10% ti basta andare QUI e usare il coupon: Valeriopkmf

PS: all’esame ho preso 27/30, solo perché come mio solito, ho risposto un po’ male alla Proff :)