Landing Page: Wordpress vs. Cloud

Che le landing page siano necessarie per sviluppare il proprio business online, è un dato di fatto, non si discute. I dubbi restano su come creare e gestire queste pagine, per questo ricevo ogni settimana tante email a riguardo, di persone che non sanno quale servizio scegliere.

Il panorama attuale è molto vasto, si va dalle soluzioni su Wordpress come OptimizePress e Instabuilder fino alle piattaforme cloud, che io preferisco, come LeadPages e ClickFunnels.

Wordpress vs Cloud

Questo dilemma mi ha perseguitato per tutto il 2014: meglio tenere tutto sul proprio server e gestire le pagine con le proprie installazioni Wordpress, oppure è meglio affidarsi ad un servizio cloud che pensa a tutto?

La prima scelta, Wordpress e l’utilizzo del proprio server, inizialmente era la più sensata: costi ridotti, controllo totale. Soprattutto la prima voce, relativa ai costi, sembrava essere la ragione principale per cui era più opportuno seguire questo strada.

Col tempo per mi sono dovuto ricredere. Gestire un’installazione Wordpress stressata con molti plugin, molto traffico (landing page e funnel), iniziava ad essere impegnativi in termini di manutenzione e controllo.

Oltre ai problemi di sicurezza che qualsiasi sito web può avere, ci sono quelli relativi agli aggiornamenti e alla compatibilità, non sempre ottimale, fra un plugin e l’altro.

Ecco qui che la soluzione, sulla carta, più economica, si trasforma in una molto più dispendiosa perché il tempo dedicato alla sua gestione ha un costo che supera di gran lunga quello di un canone di un servizio cloud.

Purtroppo queste attività consumando tempo ed energie, vanno a pesare sul bilancio di un professionista o di una attività. Oltre tutto sono attività che non vanno assolutamente trascurate, proprio perché su quelle poche pagine (un funnel in media ha 8 pagine), si basa tutto il business. Cosa accadrebbe se durante un lancio la pagina con il video smettesse di funzionare? O se gli utenti che lasciano la propria email non venissero inseriti nel tuo autorisponditore?

Purtroppo, avendo tutto il percorso nel proprio hosting, si è responsabili di ogni singolo elemento del funnel e non ci sono allarmi che suonano se qualcosa va storto. Semplicemente smette di funzionare e te ne puoi accorgere solo quando è troppo tardi, cioè quando qualcuno dei tuoi contatti ti invia una mail chiedendo come mai… la pagina X non si vede più o non riesce a pagare per accedere al tuo prodotto.

A quel punto è troppo tardi, hai già perso soldi ed opportunità. E perché? Magari solo perché un plugin era entrato in conflitto con un altro.

I sistemi Cloud

Le app o piattaforme cloud che offrono servizi di creazione di landing page o funnels, sono la soluzione, a mio giudizio, più indicata per avere un business di successo. Le barriere iniziali sono le ragioni, diametralmente opposte, che portano diversamente alla scelta di usare prodotti sul proprio hosting: le piattaforme cloud hanno un costo mensile, non hai il controllo assoluto dei dati.

Vediamo queste due opposizione in dettaglio.

I costi sono inizialmente più alti, un canone mensile in media di $39 (ma che può salire con i piani professional anche a $99) può pesare pesantemente sul bilancio di un piccolo imprenditore online o di chi si avventura nel web marketing per la prima volta, mentre tralascerei completamente il discorso dati in hosting, visto che in ogni caso, le informazioni più importanti sono quelle raccolte ed inviate al nostro autorisponditore: i leads che si iscrivono.

Il vantaggio è che non si hanno più pensieri: hosting, aggiornamenti tecnici, problemi di compatibilità, assistenza tecnica… tutto svanito. La società su cloud si preoccuperà di tutto, senza mai lasciato off-line e senza interruzioni di servizio. Se hai un problema hanno il servizio clienti, di solito con ticket via email, e puoi dormire sonni tranquilli sapendo che il tuo business procederà senza intoppi.

A questo punto bisogna fare una riflessione, quanto costa il tuo tempo?

Considera che mantenere un sistema di funnel su Wordpress, oltre ai costi vivi di hosting (e deve essere buono!), hai quelli di gestione.

In media si spendono 8 ore a settimana per tenere a punto l’installazione Wordpress, quindi arrotondiamo a per difetto a 30 ore al mese, che moltiplicate per il tuo costo/valore orario, ti danno il costo implicito di un business basato su questa tecnologia.

Se hai molti clienti e hai poco tempo a disposizione, la scelta deve andare, dal mio punto di vista, obbligatoriamente per una soluzione cloud. Se anche solo il tuo tempo valesse €10 (ma mi auguro abbia un valore più alto), perderesti €300 al mese per non aver scelto un servizio che paghi sì, ma che ti costa il 70 o 80% in meno rispetto a quanto non guadagni per aver perso tempo dietro alle tue pagine web.

Se sei agli inizi e pensi di avere molto tempo a disposizione, pensaci lo stesso. Oltre a dover avere le necessarie competenze tecniche per gestire un complesso sistema di landing page su un'installazione Wordpress, bisogna anche considerare che comunque toglierai del tempo alla crescita del tuo business: alla formazione, alla ricerca di clienti, alla cura dei tuoi prodotti.

Il mio consiglio, in conclusione, è per optare su una soluzione CLOUD.

Una soluzione cloud abbordabile

Una buona soluzione cloud è Landing Page Monkey, creata da due noti marketer americani Simon & Geremy, che hanno realizzato un sistema molto semplice e molto facile da usare, con un costo irrisorio, al momento, solo $69 per tutta la vita! (non al mese!)

Lead Page Monkey ti permette di creare delle landing page con un’immagine o un video (te lo consiglio!) come sfondo e di pizzare un box di iscrizione nella pagina.

Il box può essere personalizzato nei colori, testi, contenuti ed effetti speciali di ingresso, come meglio credi, mentre lo sfondo video può essere preso da qualsiasi pagina YouTube o Vimeo, usando anche video non tuoi.

La lading page che potresti creare con soli 5 minuti di lavoro potrebbe essere come questa:

http://clika.pe/l/7625/36757/

Landing Page Monkey si integra nativamente con aWeber, GetResponse e Mailchimp ma può essere agganciata a qualsiasi autorisponditore, semplicemente facendo copia incolla del codice del modulo (form) di iscrizione nel riquadro apposito, nella pagina di gestione.

Come puoi vedere qui sotto il pannello ci controllo è molto semplice, non serve sapere l’inglese per poterlo utilizzare, i termini in lingua sono veramente banali ed intuitivi.

Per riassumere, Landing Page Monkey:

  • CONVERTE: le landing page con i video funzionano molto bene, sono belle e le persone si iscrivono molto volentieri a queste pagine.
  • FACILE: la creazione di una pagine avviene veramente in 5 minuti o poco più. I parametri sono facili da gestire e le pagine si integrano ovunque con un codice copia / incolla oppure possono essere usate con il link fornito, l’hosting è sui loro server veloci!
  • ILLIMITATO: nessun limite al numero di pagine che puoi creare e alle integrazioni che puoi attivare.
  • APERTO: grazie alla tecnologia di riconoscimento del codice della form di iscrizione del tuo autorisponditore, Landing Page Monkey può essere collegato a qualsiasi autorisponditore.

Sulla pagina di vendita che trovi qui ci sono diverse pagine demo che ti suggerisco di guardare, oltre a tutte le informazioni dettagliate per per acquistare questa piattaforma.

Potrai creare landing page d'impatto e professionali per tutta la vita a soli $69.