The Walking Dead - Come Difendersi dagli Zombi del Web Marketing

Qualche giorno fa è andata in onda l'ultima puntata di una delle mie serie preferite: The Walking Dead. La storia di un gruppo di sopravvissuti in un mondo ormai popolato da zombi affamati. Come saprai se sei morso da uno zombi, oltre al dolore immediato dall'essere sbranato vivo, ne consegue che ti trasformi in un pericoloso zombi a tua volta e anche tu, a quel punto, vai in giro a far danni.
Cosa c'entra tutto questo con il mio lavoro?
Ora te lo spiego.
Da circa un anno a questa parte sono sempre più impegnato in consulenze presso aziende piccole, medie e  grandi che sono state attaccate da zombi del web marketing. Queste creature, reincarnate in consulenti "so tutto io", hanno non solo sbranato i conti correnti di molte imprese, ma hanno contagiato tutti quelli con cui sono entrati in contatto dando false aspettative di successo, convincendoli a farsi pagare strumenti che sono gratuiti, illudendoli che "basta avere tanti fan su Facebook", e così via…
Il risultato è che la zombi ignoranza si diffonde senza controllo facendo un sacco di danni: all'economia delle imprese, a chi questo lavoro lo fa con serietà e minando gravemente la fiducia che tutti dovremmo riporre nelle nuove forme di comunicazione globale e business in rete.
Per evitare tutto questo ti consiglio di seguire questi tre semplici consigli ogni volta che senti puzza di zombi.

 

1. Quando un'agenzia o un consulente in web marketing si presentano da te con un prodotto o un servizio innovativi, ascolta con attenzione e:
  • Chiedi di avere i nomi di altri clienti che hanno avuto successo con questa tecnica, potrai verificare anche con i tuo contatti, le tue conoscenze o semplicemente facendo delle ricerche in rete.
  • Fatti mostrare i risultati lì, subito, on.line. Niente stampati, pdf o brochure… se si parla di web marketing, i risultati dovrebbero essere on.line e visibili a tutti. No?
  • Non credere mai alle soluzioni: diventa ricco subito con pochi sforzi e senza investimenti.
  • Una sola strategia non basta e non farti mai prendere solo dalle mode del momento. Quante aziende ho visto puntare tutto sulla raccolta di fan su Facebook per poi, non sapere neanche cosa farci e avere un sito web con le "news" (che pessima voce di menu) rimaste indietro ad 1 anno prima...
  • Prendi nota di tutto, e poi valuta.

2. Se chiedi qualcosa di particolare (ad esempio una app mobile o il tracking in tempo reale su una campagna), nel 90% dei casi, non esiste una risposta come: "non si può fare", un professionista capace ti direbbe: "è sconsigliabile nel suo caso" oppure "si può implementare senza difficoltà, ma devo spiegarle come fare".

Abituati a chiedere e fare domande, anche se pensi siano cose stupide, costose o che hai solo sentito dire o letto in rete. Un consulente è li per darti risposte, non per metterti in imbarazzo.

3. Se avvii una qualsiasi campagna PPC pretendi di partecipare attivamente alla stesura degli annunci, intervieni se lo ritieni opportuno sui contenuti, e chiedi sempre un conto separato per la consulenza nella gestione della campagna ed uno per il budget. Sei tu a pagare, hai il diritto di sapere dove vanno a finire i tuoi soldi.
In dettaglio:
  • Pretendi di monitorare l'andamento della campagna con un accesso diretto on.line (è possibile ed è gratis, sia per Facebook che per Adwords).
  • Chiedi di poter verificare il budget di persona.
  • Chiedi il tracking dei risultati, dei click e delle conversioni (non sempre possibile), puoi anche usare Google Analytics (grauito).
Non ti dico di comportarti come un cane da guardia, soprattutto se ti fidi del consulente e non hai tempo o voglia di fare quanto sopra, ma fai le cose come si deve. Del resto, se controlli sempre la fattura del tuo fornitore abituale e verifichi la bolla quando ti consegnano della merce, perché non dovresti farlo anche in questo caso?
Questi semplici consigli, se applicati, ti eviteranno una marea di problemi dopo, e non quando sarà troppo tardi, e magari sarai diventato uno zombi anche tu.

E ora dimmi… hai mai incontrato un Walking Dead nella tua attività?