Web Analytics Evolute: le Heat Map

web analytics heat map home page valerio.it

Ti starai chiedendo cosa sia il video che vedi qui sopra... Continua a leggere e lo scoprirai. Ti garantisco che resterai stupito.L'analisi delle statistiche di accesso ed utilizzo del tuo sito web sono parte fondamentale di qualsiasi strategia di Internet Marketing. Se non puoi confrontarti con delle web analytics precise, puntuali e che vadano ben oltre i soliti parametri, non riuscirai mai a misurare quello che fai come l0 hai fatto, non avrai mai un quadro completo della situazione e rischierai di continuare sulla strada sbagliata. Le Heat Map rappresentano uno degli strumenti più evoluti ed intriganti che uso e che ultimamente implemento in tutti i progetti più importanti (incluso Valerio.it). In combinazione con altri strumenti di misurazione, come il monitoraggio dei click, ed un'attenta analisi di Google Analytics, posso avere un quadro molto, molto preciso di cosa fanno i lettori e di come posso migliorare le performance di conversione del mio sito web.

Web Analytics con le Heat Map

Cosa sono le Heat Map? Letteralmente mappe di calore, rappresentano come gli utenti in generale, ma se vuoi qualsiasi utente in particolare, si interfaccia con le tue pagine online. Con uno schema di colori e di rappresentazione grafica preso in prestito dalla scienza, o meglio dalla termografia, rappresentano con chiazze di colore ad intensità variabile, dai toni più freddi (blu) ai toni più caldi (rosso), quello che i tuoi utenti fanno sul tuo sito web. I toni più caldi ricoprono le aree più interessanti per il tuo lettore, mentre le zone dai toni più fredde, sono quelle meno viste, meno cliccate, e quindi... meno interessanti.

Partendo da questo principio, puoi quindi analizzare quali aree delle tue pagine sono osservate, lette e cliccate, rispetto ad altre. Guarda questa immagine della pagina chi è valerio di Valerio.it.

Web Analytics Pagina "Chi è valerio"
Web Analytics Pagina "Chi è valerio"

Come puoi vedere da questa immagine, ci sono aree di diverso colore, e quelle dove l'occhio dell'utente si è fermato più a lungo, sono le aree tendenti ai colori più caldi. L'occhio segue il mouse, un po' come accadeva a scuola quando stavamo imparando a leggere, con il dito si teneva la riga. Te lo ricordi? Oggi accade più o meno la stessa cosa con il mouse. Ovviamente non usiamo il topo per seguire e leggere ogni cosa, ma il software che uso ha un algoritmo tale che è in grado di verificare più parametri contemporaneamente, inclusi lo scrolling della pagina, i tempi di permanenza, i click, il movimento del mouse e dove viene lasciato a riposare... In altre parole, analizzando il comportamento di ogni singolo visitatore, che è concettualmente diverso da ogni altro, ma sostanzialmente simile, si è in grado di ricavare una di queste preziose mappe.

Ma non finisce qui. Sto per farti vedere una cosa incredibile. Heat Map Tracker infatti registra in un filmato, tutto quello che ogni visitatore fa sul tuo sito, in tempo reale, archiviando ognuno di queste moviole nel tuo server, senza occupare molto spazio grazie ad un sistema di sovrapposizione (in realtà viene registrato solo il mouse, non lo schermo del visitatore), e fornendoti ulteriori informazioni sulla provenienza, il browser, la dimensione dello schermo, i click... Ecco svelato il filmato che vedi riportato in testa a questo articolo.

Cosa fare con le giuste web analytics

web analytics top 10 stats
web analytics top 10 stats

E ora che abbiamo tutte queste informazioni? Ora hai un quadro molto, molto preciso di quello che accade sulle tue pagine. Ad esempio, se l'area in cui hai posizionato la form di registrazione alla newsletter, è in un'area azzurra, vuol dire che è poco vista, quindi... spostala! Se vedi che i tuoi utenti fanno molti scrolling di pagina, significa che quello che cercano non è a portata di mano! Se i click sono pochi, significa che c'è poca interazione con la tua pagina! La differenza fra avere e non avere queste informazioni, può essere vitale. Heat Map Tracker ti fornisce anche uno spaccato di tutto il tuo sito web, permettendoti di vedere la top 10 delle pagine, e molto altro ancora.

Usare Heat Map Tracker per le Web Analytics

Heat Map Tracker è disponibile a partire da $49 (in base al numero di siti web che vuoi analizzare) ed è sicuramente un prezzo molto competitivo. Un servizio molto simile, che ho usato un paio di anni fa, costava $199 al mese per sito! Funziona su Wordpress, si installa in 2 minuti netti ed è operativo da subito. Ti consiglio di andare sul sito e vederti il filmato di presentazione.

La Heat Map della Home page di Valerio.it
La Heat Map della Home page di Valerio.it

Per i professionisti delle Web Analytics

PRO
Un prodotto incredibile, che sembra catapultarti qualche anno nel futuro. A parte l'incredibile opzione che riprende come un filmato quello che gli altri fanno sul tuo sito web, è in grado di farti vedere dopo qualche giorno, quali siano i punti di forza e di debolezza del tuo sito web. Il prezzo è decisamente molto basso.

CONTRO
L'unica nota negativa è questa: avrai tempo di tener conto anche di questo strumento di misurazione? Se non sei un tipo analitico (ma dovresti!) o se hai veramente poco tempo a disposizione per gestire il tuo business online, il rischio è che tu vada incontro ad un sovraccarico di informazioni.

CONCLUSIONI
Lo strumento è fantastico, si installa in pochissimo tempo ed inizia da subito a monitorare il tuo sito. Le informazioni che raccoglie, se hai tempo di analizzarle, sono preziosissime. Un consiglio: se sei un'agenzia o uno sviluppatore, valuta la versione developer, installa Heat Map Tracker sui siti dei tuoi clienti e fai loro pagare questo servizio, magari aggiungendo un report con le tue considerazioni.